Menu Chiudi

Seminari di pittura

Didattica della pittura antica. Temi, regole e pratica pittorica

I principali temi della pittura: natura morta, paesaggio, figura umana sono assunti come “soggetto”, o meglio, come “pretesto” per lo studio delle regole e dei principi della rappresentazione.

Composizione, analisi della forma, valori tonali, temperatura del colore, prospettiva (lineare e aerea), teoria del colore, percezione visiva, Gestalt, sono regole pittoriche e come tali richiedono indagine obiettiva ed esercizio.

La pratica pittorica è sviluppata con le tecniche dell’acquerello, della pittura a olio e del disegno. Quest’ultimo, anche in funzione di controllo visuo-percettivo e grafo-motorio, è svolto con vari strumenti e materiali: matita, punta di pennello, pastello. (Per la frequenza è richiesta una forte motivazione all’apprendimento dei procedimenti pittorici).

Molto favorevole alla ricerca è la pittura en plein air: nel contesto urbano delle città e nel territorio loro circostante è facile trovare elementi architettonici ornamentali, ottimi modelli per l’esercizio del disegno ornato. Anche il luminismo ambientale presente in gran parte della pittura tonalistica del XVI secolo, (Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Tiepolo e altri), è oggetto di indagine pittorica. 

I procedimenti pittorici prevedono esercitazioni di disegno in museo, attività realizzata attraverso la copia di opere originali dei maestri del passato.

 

Venezia – Seminario di Pittura
__________________________________________

Treviso – Seminario di Pittura
__________________________________________

Udine – Seminario di Pittura

Scroll Up